Piece Of My Heart - Letture Estive - Colazione da Tiffany

Lettura estiva della settimana: Colazione da Tiffany.

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Lettura estiva della settimana è: Colazione da Tiffany.

Non ricordo esattamente dove, ma ho letto una frase molto interessante: “in estate c’è di buono che si ha più tempo per leggere!”. Vero! C’è chi adora leggere tutto l’anno e chi, invece, se lo concede solo durante le vacanze, generalmente estive; è per questo motivo che ho scelto di creare questi post su Piece Of My Heart. Un buon vestito e un bel libro possono cambiare la tua giornata! Che tu sia in vacanza con amiche/amici, anima gemella o sola/o credo che troverai del tempo per leggere!

Allora perché non sedersi in un bar in riva al mare e con lo sguardo verso l’orizzonte, un bel drink ghiacciato, non dedicarsi alla lettura di un classico?

Piece Of My Heart Colazione da TIffany

Piece Of My Heart outfit + libro della settimana: Colazione da Tiffany.

Scritta da Truman Capote “Colazione da Tiffany” è noto soprattutto grazie alla trasposizione cinematografica che tra gli interpreti vede la partecipazione, fondamentale, di Audrey Hepburn. Non solo l’attrice fu capace di dar vita al personaggio di Holly Golightly, la protagonista della storia, ma ebbe l’abilità di creare un mito e un’icona di stile, grazie al suo gusto personale (fu lei infatti a scegliere Hubert de Givenchy come stilista e creatore del suo tubino nero).

Il libro resta comunque un must. Per quanto il film resti fedele al romanzo, si possono riscontrare alcune differenze, e tra queste il finale!

Niente più che le citazioni tratte dallo stesso libro possono descrivere la trama della storia raccontata da Truman Capote:

“Ti consideri uno spirito libero, un essere selvaggio e temi che qualcuno voglia rinchiuderti in una gabbia. E sai che ti dico? Che la gabbia te la sei già costruita con le tue mani ed è una gabbia dalla quale non uscirai, in qualunque parte del mondo tu cerchi di fuggire, perché non importa dove tu corra, finirai sempre per imbatterti in te stessa.”

 “Casa è dove ti senti a casa. Io la sto ancora cercando.”

 “Mi calma immediatamente, la tranquillità e il suo aspetto fiero; niente di cattivo potrebbe accaderti quando sei lì, non con quegli uomini nei loro eleganti vestiti, e con quel buon odore di argento e quei portafogli di coccodrillo. Se potessi trovare nella vita reale un posto che mi faccia sentire come Tiffany, allora mi piacerebbe comprare dei mobili e dare al gatto un nome. “

“Era ancora abbracciata al gatto. “Poveraccio”, disse, solleticandogli la testa, “poveraccio senza un nome. É un po’ sconveniente, che tu non abbia un nome. Ma non ho nessun diritto di dartene uno: dovrai aspettare fino a quando non apparterrai a qualcuno. […] nessuno dei due appartiene all’altro: lui è indipendente, e lo sono anch’io. Non voglio possedere nulla fino a quando non avrò trovato quel posto in cui le cose vanno di pari passo. Non sono ancora del tutto sicura di dove sia quel posto. Ma so com’è. » Sorrise, lasciando scivolare il gatto sul pavimento. “É come da Tiffany,” disse.

Colazione da Tiffany di Truman Capote.

Il personaggio di Holly Golightly può piacere o meno, e magari qualcuno vorrebbe prenderla a schiaffi per il suo continuo scivolare lontano dalle situazioni che richiedono responsabilità. Credo che, in un certo senso, inviti chiunque lo legga a riflettere sulla propria personalità e realizzare che in qualche momento della nostra vita ci siano state delle situazioni in cui il nostro animo era inquieto come quello della protagonista di “Colazione da Tiffany”.

Buona Lettura!!

Diana.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Filament.io 0 Flares ×